Home » Bellezza in Fiore » Ceretta allo zucchero home made
Ceretta allo zucchero home made

Ceretta allo zucchero home made

Direttamente dalle donne orientali arriva un segreto di bellezza tutto naturale: la ceretta allo zucchero. Un’antica ricetta che resiste ai metodi più moderni e tutto questo perché si tratta di un metodo efficace, economico, rispettoso dell’ambiente e della pelle.

I peli superflui sono un problema comune a tutte le donne e per avere la pelle liscia come seta e senza peli incarniti il metodo più semplice e, allo stesso tempo funzionale, è la classica ceretta. Oggi è possibile prepararla in casa con un metodo del tutto naturale, senza irritazioni. La ricetta è molto semplice, bastano 200 grammi di zucchero, bianco o di canna. Utilizzando lo zucchero bianco sarà più facile regolarsi con la cottura, vedremo dopo perché, aggiungete anche 50 grammi di succo di limone e 50 grammi di acqua.

La preparazione è molto semplice: basta un pentolino antiaderente in cui mettere gli ingredienti, gli stessi devono essere fatti sciogliere mescolando spesso con un cucchiaio normalmente usato in cucina, meglio evitare il legno e plastica, si scioglierebbe. Quando il composto arriva a bollore è necessario abbassare la fiamma e far cuocere fino a quando diventa dello stesso colore del miele. Ecco perché lo zucchero di canna ingannerebbe, magari quando sarà acquisita un po’ di abilità, si potrà anche sostituire. Affinché funzioni è necessario non esagerare con i tempi di cottura, in totale dovrebbero volerci circa 20-25 minuti.

Ora ci sono due possibilità. La prima è farla raffreddare leggermente e usarla come cera a caldo, da evitare se si hanno problemi con le vene. In questo caso si stende, si applica la classica striscia, venduta anche presso la grande distribuzione nei negozi di prodotti per la cura della persona, e si strappa contropelo. L’alternativa è usarla come cera a freddo. In questo caso deve essere fredda ma non solidificata, a questo punto occorre bagnare le mani prendere porzioni di cera lavorarle, stenderle contropelo e tirare, invece, nello stesso senso si crescita del pelo. Con un po’ di acqua tiepida possono essere rimossi i residui. Il consiglio è di iniziare sempre dalle gambe e poi acquisita abilità si potrà procedere anche con zone come inguine e ascelle. Non vi sono particolari controindicazioni anzi, nella maggior parte dei casi è anche più delicata e meno dolorosa rispetto alla ceretta fatta dall’estetista. Per chi ha la pelle secca ci può essere un piccolo ulteriore segreto, infatti, aggiungendo alla ricetta indicata un cucchiaio di miele ci sarà anche idratazione.

Perché sceglierla? Il vantaggio economico non è il solo presente in questa ricetta, bastano davvero pochi euro, se non centesimi, infatti altri se ne aggiungono. La presenza del limone assicura un trattamento igienicamente sicuro: il succo di limone è un antisettico, disinfettante e antibatterico. Grazie al potere esfoliante difficilmente si formeranno peli incarniti quindi la pelle sarà piacevolmente liscia più a lungo. Si tratta di una ricetta eco-compatibile in quanto sono presenti solo ingredienti di origine naturale, non c’è packaging. Infine, si può preparare anche in anticipo, basta conservarla in un barattolo sterilizzato di vetro e scioglierla a bagnomaria prima dell’uso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile. I campi evidenziati sono obbligatori *

*

Torna Su