Home » Salute Raggiante » Come dimagrire con la dieta dell’intestino sano
Come dimagrire con la dieta dell’intestino sano

Come dimagrire con la dieta dell’intestino sano

Sono diverse le diete per dimagrire e rimodellare la propria silhouette. Tra queste è degna di nota quella ideata dalla nutrizionista americana Katie Madonna Swift, già molto apprezzata per la sua opera presso famosi centri della nutrizione, dove ha avuto importanti successi.
Gli stessi successi si sono avuti con persone che non solo erano in sovrappeso e avevano necessità di dimagrire, ma anche in coloro che manifestavano disturbi quali meteorismo, reflusso gastro esofageo, coliche intestinali, dissenteria periodica e altri fastidi dell’apparato digerente, tutti connessi a un’alimentazione disordinata.

L’assunto su cui si basa “la dieta dell’intestino sano”, che è anche il titolo di un suo famoso libro sullo stesso argomento, è che bisogna mangiare solo cibi che possano alimentare la flora batteria “buona” del nostro intestino. La Swift afferma che tale dieta deve essere orientata a nutrire il microbioma, appunto la flora batterica intestinale, per evitare squilibri che possono indebolire il nostro sistema immunitario ed esporre l’organismo a patologie quali l’eczema o l’asma, quindi malattie autoimmuni come le allergie.

Gli alimenti della dieta Swift
La dieta Switf consiglia alcuni alimenti in particolare mentre altri invita a evitarli per almeno 4 settimane, trascorse le quali si possono perdere almeno 5 kg e avere finalmente una pancia piatta.
Ecco i consigli della nutrizionista Swift per seguire questa dieta.

1) Grassi buoni e grassi dannosi
L’alimentazione della Dieta Swift deve orientarsi all’integrazione dei grassi buoni, quelli cioè che ripuliscono le arterie dal colesterolo, come gli Omega 3 e 6. Da evitare quelli di origine vegetale e animale o comunque contenuti nei prodotti industriali perché arrivano a intossicare l’intestino.

2) I cereali integrali
Per evitare disturbi dell’intestino non bisogna mangiare carboidrati contenenti glutine. Per avere dei benefici è consigliabile sostituirli con alimenti integrali e i cereali quali la quinoa, il riso selvatico, il grano saraceno che sono ottimamente tollerati, anche da chi soffre di intestino irritabile.

3) Diminuire l’apporto di zuccheri
Nella Dieta Swift gli zuccheri vanno drasticamente ridimensionati. Bisogna quindi evitare quelli aggiunti, bevande gassate, merendine e dolciumi. E’ importante, infatti, tenere bassi i livelli di insulina nel sangue per non incorrere nel diabete, alla base di malattie cardiocircolatorie e in genere del sovrappeso.

4) Preferire i cibi prebiotici
I prebiotici sono quelli che forniscono difese all’organismo come le banane, l’aglio, le verdure a foglia verde e che contengono fibre.

5) I latticini
Molti manifestano intolleranze ai latticini e nella dieta Swift è meglio ridimensionarli per evitare che fermentino e nutrano con il lattosio i batteri intestinali. Lo stesso discorso vale per il caffè o il te nero che irritano l’intestino.

6) Miele e cioccolato fondente
Sono gli unici dolci ammessi e in quantità ridotta perché prevengono la predisposizione alle patologie cardiovascolari e nutrono i cosiddetti “batteri buoni”.

7) Mangiare cibi fermentati
Tra questi ci sono i broccoli, i crauti, le lenticchie e la zucca perché aiutano il funzionamento del colon.

8) Sonno e vita sedentaria
E’ importante dormire circa 7 a notte e non stressarsi o privarsi del riposo anche pomeridiano, se necessario.
La vita sedentaria è bandita e bisogna fare attività fisica per stimolare la funzionalità intestinale, evitare gonfiori e accelerare il metabolismo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile. I campi evidenziati sono obbligatori *

*

Torna Su