Home » Tempo di Valigie » Palermo: tra mosaici e palazzi aristocratici
Palermo: tra mosaici e palazzi aristocratici

Palermo: tra mosaici e palazzi aristocratici

Palermo è una città tutta da scoprire, ricca di storia, arte, cultura e di irresistibili specialità gastronomiche. L’antica dominazione araba ha conferito a Palermo un singolare aspetto orientaleggiante, che è però solo una delle sue tante anime: chiese, palazzi nobiliari, teatri, giardini rendono questo luogo davvero unico ed indimenticabile.

Palermo e l’Oriente
Nel corso del Medioevo Palermo è stata a lungo occupata dagli arabi: ciò ha influenzato in modo indelebile la fisionomia della città, donandole un suggestivo aspetto in bilico tra Oriente e Occidente. La chiesa di San Giovanni degli Eremiti e quella di San Cataldo conservano questi influssi orientali soprattutto nelle cupole: il chiostro degli Eremiti, con il ritmico susseguirsi degli archi, offre un’oasi di pace e di riposo per i turisti. Il meraviglioso Palazzo della Zisa (che in arabo significa la Splendida) fu concepito come residenza estiva dei sovrani e con i suoi padiglioni, i suoi giardini rigogliosi e i freschi bacini d’acqua, ricreava una magica atmosfera da Mille e una notte, che si avverte ancora oggi.

Lo splendore dei mosaici
Tra le principali attrazioni artistiche di Palermo, ci sono sicuramente i suoi mosaici, diffusi in varie chiese e nel Palazzo dei Normanni. Proprio la sala di Ruggero II del Palazzo dei Normanni stupirà i visitatori con luminosi mosaici raffiguranti scene di caccia, con eleganti raffigurazioni simmetriche di alberi e animali, dove ancora una volta si avverte un particolare gusto esotico. Anche la Cappella Palatina e la chiesa della Martorana presentano un prezioso rivestimento musivo.

I palazzi aristocratici di Palermo
Palermo è anche la città del Gattopardo, il romanzo ottocentesco di Tomasi di Lampedusa, che offre un mirabile spaccato sulla vita, le luci e le ombre della nobiltà dell’epoca. Ancora oggi Palermo è ricca di palazzi nobiliari, alcuni dei quali sono visitabili prendendo contatto privatamente con i proprietari: Palazzo Valguarnera Gangi, con il suo spettacolare scalone barocco a tenaglia; Palazzo Pantelleria, una cui ala è stata messa in affitto; Palazzo Mazzarino, che ospita una collezione prestigiosa di arte contemporanea.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile. I campi evidenziati sono obbligatori *

*

Torna Su