Home » Bellezza in Fiore » Sport e fitness: dici falsi miti a cui tutte credono
Sport e fitness: dici falsi miti a cui tutte credono

Sport e fitness: dici falsi miti a cui tutte credono

Sono tante le convinzioni che circolano sulle regole da seguire per chi fa sport e che invece sono completamente errate. Di seguito eccone 12 che vanno assolutamente smontate per garantire la salute di chi pratica sport o fitness.

Molti pensano che sudare faccia dimagrire. La realtà è diversa, perchè la sudorazione fa perdere acqua e di conseguenza incide anche sulla bilancia. Tuttavia una volta terminata l’attività fisica il “peso” perso viene subito recuperato con la reidratazione. Il sudore durante l’attività fisica è comunque importante e bisogna fare in modo che ciò avvenga in modo naturale, quindi evitando di vestire con capi sportivi in sintetico.

Altra credenza diffusa è quella secondo la quale non bisogna bere nel corso dell’attività fisica. Nulla di più sbagliato, anche se va detto che non bisogna bere troppo e che tra una reidratazione e l’altra bisogna far passare minimo 20 minuti.

Se si pensa che vi sia la possibilità di dimagrire solo in determinate parti del corpo si è in errore. La scienza ha dimostrato ormai da diversi anni che la perdita di peso in seguito ad attività fisica è qualcosa che avviene globalmente.

Non bisogna mai fidarsi di presunti istruttori che affermano l’importanza dello stretching prima dell’attività fisica vera e propria. In realtà, prima dell’attività di stretching è consigliabile aver già effettuato metà dell’allenamento stabilito.

Altri miti da sfatare sono quelli secondo i quali l’attività fisica sia un toccasana per l’appetito e che la muscolatura si crei già nel corso di ogni singolo allenamento. In realtà al termine dell’attività fisica, specialmente per chi ha avuto per molto tempo una vita tutt’altro che attiva, subentra spesso un senso di repulsione per il cibo. Ed è sempre dopo l’allenamento che si comincia a creare la massa muscolare: questo avviene come conseguenza dell’attività fisica svolta in precedenza e tale fase viene definita dagli esperti “anabolica”.

Altra convinzione erronea è quella secondo cui più intenso è l’allenamento più si eliminano grassi. Il modo migliore per bruciare i grassi è effettuare esercizi di lunga durata.

Passando ai “falsi miti” riguardanti l’attività fisica svolta dalle donne, va detto che non è assolutamente vero che un’attività fisica prolungata nel tempo consenta alla donna di arrivare ad avere una massa muscolare paragonabile a quella maschile. Inoltre, per quanto riguarda la cellulite si può contrastare non soltanto stando attente a ciò che si mangia, ma anche con una attività fisica che sia costante nel tempo.

Tornando alle credenze sbagliate riguardanti uomini e donne che praticano attività sportiva, va detto che il nuoto, pur risultando sport completo e consigliabile a tutti, non risulta un toccasana per chi ha la scoliosi ed anzi, in alcuni casi, può risultare dannoso per la colonna vertebrale.

Infine, riguardo al regime alimentare adatto per chi svolge attività fisica in modo regolare va detto prima di tutto che non è vero che bere acqua e limone appena svegli è un mix disintossicante per l’organismo, dando solo modo a quest’ultimo di reidratarsi, e che è falsa la regola secondo cui sia necessario aumentare il proprio consumo di proteine di origine animale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile. I campi evidenziati sono obbligatori *

*

Torna Su